L’insostenibile pesantezza del governare

Governare non è semplice e non lo si può fare se non si comprende che il compromesso, non l’illegalità, è necessario.
È necessario perché le persone, sfortunatamente o fortunatamente, la pensano diversamente, hanno obiettivi e necessità diverse, hanno capacità cognitive diverse.
Questo governo sta cercando di mediare tra queste anime distanti, commettendo errori, stupidaggini e probabilmente deludendo qualcuno perché non tutto può essere fatto subito.
Esistono priorità da risolvere (rimettere in moto l’economia), situazioni limite da contrastare (dare un po’ di speranza ai disperati), combattere i vecchi nemici che grazie al potere del denaro e dell’informazione malata provano ad abbattere il primo governo davvero scelto e votato dal popolo.
Nessuno ci chiede di essere attivisti e nessuno pretende da noi di accettare ogni situazione proposta.
Ad alcuni, ad esempio, l’aver giudicato l’operato di Salvini in linea con le scelte di governo ha fatto storcere il naso.
I duriepuri si alzano in piedi dai loro scranni di inesperienza per avvisarvi che il Movimento ha tradito i suoi valori e dunque è finito.
Ebbene, cari duriepuri in questo modo avallerete l’azione di chi ci vuole morti.
Non vi fidate più di Di Maio perché vi ha deluso per alcune scelte e decisioni?
Quali?
Il non aver concesso l’autorizzazione a procedere per Salvini?
Bene, non è stato lui.
Siamo stati NOI, la maggioranza del Movimento, e non siamo peggiori di chi aveva votato per l’autorizzazione e continua a blaterare di fine o di tradimento, mettetevelo bene in testa.
Semplicemente pensiamo che avere un governo compatto possa risolvere atavici problemi di questa nazione.
Forse non ricordate che l’essere duri e puri, quando al governo ci sono altri, non serve a nulla.
Quindi fate ciò che volete, non votate più, nascondete la testa nella sabbia del vostro rancore e della vostra purezza da 4 soldi ma, gentilmente, finitela di romperci i coglioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *